Sigillatura dei solchi

La metodica della sigillatura preventiva nei denti è altamente collaudata, e la sua efficacia nella prevenzione primaria delle carie occlusali tipiche delle persone giovani è certificata da numerosi studi. Anche dal punto di vista economico il rapporto costo-beneficio sembra essere favorevole, ed il vantaggio si dimostra altamente significativo nei soggetti maggiormente predisposti alla patologia cariosa.

Le superfici occlusali dei denti posteriori (molari e premolari) presentano nella zona centrale solchi e fossette che in alcuni casi possono essere piuttosto profondi: in questi recessi i batteri possono facilmente trovare riparo e dare l’avvio ai processi cariosi, frequenti in queste sedi soprattutto in giovane età ( sia per mancanza di un’igiene orale corretta che per predisposizione)
Il riempimento di questi spazi con un materiale biocompatibile ed in alcuni casi dotato di un’ azione antibatterica, impedisce il ristagno di cibo e placca rallentando sensibilmente l’azione patogena dei batteri e il conseguente sviluppo di carie
Può essere effettuato su denti da latte e permanenti, ma è eseguito più comunemente sui primi molari permanenti che si presentano in bocca intorno ai 6 anni di età.
la tecnica di sigillatura prevede una fase preliminare di accurata pulizia delle superfici dentali con spazzolini appositi, un adeguato isolamento del dente da contaminazioni con rulli di cotone o diga di gomma, a cui segue l’applicazione del materiale sigillante destinato alla chiusura di solchi e fossette.